F-O-O-D- : Fast Object Oriented Development
Classificazione del pensiero elettronico:
– intelligenza artificiale -> il cervello elettronico è plasmato sull’architettura del calcolatore elettronico
La classica intelligenza artificiale si basa sul bit e sull’architettura del calcolatore.
– F-O-O-D- di Stefano Fantin: fa ricerca nel pensiero elettronico ma non da come è formato il calcolatore ovvero la sua architettura bensi’ a livello computazionale pone enfasi sul calcolo matematico.
Le differenze sono diverse perchè l’intelligenza artificiale classica si basa su algoritmi che storicamente hanno due fonti, la prima l’architettura di Von Neuman e la seconda di Alan Turing, mentre F-O-O-D- è diversa perchè preferisce l’architettura di Zuse.
F-O-O-D- basandosi sui modelli di Zuse va contro gli algoritmi e il divide et impera perchè preferisce modelli decisionali per classificare il pensiero elettonico e ritiene il memristore una fonte importante per il modello di Zuse.
Il memristore è un componente elettronico che lo si può paragonare al teorema di Millman mentre gli altri componenti elettronici classici al principio di sovrapposizione degli effetti.
Oltre al memristore per essere effettivo nel modello di Zuse vi potrebbe essere l’evoluzione del bit classico che abbia anche uno stato intermedio ed anche questo è materia di studio della parte tecnologica di F-O-O-D- .
Lo stato intermedio richiede una evoluzione dei dispositivi elettronici basati su leggi fisiche del bit classico.
Quindi per classificare l’alfabeto serve l’albero della sintassi per plasmare la memoforma decidibile dalla classificazione del pensiero elettronico e il modello di Zuse è perfetto con il memristore e in futuro con uno stato intermedio.
Il check up del calcolo computazionale esiste perchè ha una unità di massa atomica e ciò è vero anche perchè la trasformazione dell’energia elettrica ha permesso ai dispositivi elettronici di essere dotati di una atonomia.
F-O-O-D- ritiene la teoria corpuscolare un’ottima soluzione di computazione per il check up di quello che progettualmente esiste dato dal ponte che collega quello che esiste con quello che vorremmo esista.
F-O-O-D- oltre a fare ricerca nell’architettura software di Iron SEO pone enfasi sulla legge di Moore e fa ricerca su bilanciamenti di come potrebbero essere i nuovi dispositivi, stimiamo gli aerei ma non pensiamo che il positrone alla base dell’effetto Venturi venga designato e commercializzato a breve.
Vorrei sottolineare che già nel 2015 Google è stata una delle primissime aziende ad usare supercomputer con uno stato intermedio assieme alla NASA, vorrei sottolineare anche che Alphabet è una holding a cui fa capo Google e l’alfabeto è la base della trasformazione del dato in informazione e dell’informazione in conoscenza e della conoscenza nella classificazione forte del pensiero elettronico.
Una delle cose che mi affascinano nei modelli decisionali è la progettazione data dal ponte che collega ciò che esiste con quello che vorremmo esista e siccome la F di F-O-O-D- significa Fast cioè veloce non comprendo gli algoritmi e il divide et impera ma bensi’ la trasformazione FLASH cioè non prendo lo spettro di quello che esiste bensi’ prendo l’ “invisibile” cioè quello che non esiste più.
Il logo di Stefano Fantin come già detto espone la metafora del tachimetro ma può essere utilizzata come una breccia nei futuri dispositivi su file system o nell’ipertesto al posto della metafora delle finestre che è ancora usata nei dispositivi desktop e in parte nel mobile.

F-O-O-D- di Stefano Fantin fa ricerca :
#1 sul database Oracle come Remote DBA Oracle
Remote DBA Experts | Remote DBA Services | Remote Database Administrator | Remote DBA | Stefano Fantin

– Remote DBA Oracle 8i : webDB, outline, DBMS_REPAIR, logMiner, DROP column, LMT, TRIM function, MERGE partitions, HASH and COMPOSITE partitions
– Remote DBA Oracle 9i : fast-start time-based recovery limit, Flashback Query, Resumable Space Allocation, Trial Recovery, Data Guard, online index rebuild,  Online table redefinitions,SPFILE, External Tables, ASSM, Oracle RAC, OMF
– Remote DBA Oracle 10g : Data Pump, AWR, ASH, ADDM, SQL Tuning Advisor, Oracle scheduler, Segment Shrink, Segment Advisor, BFT, Flash Recovery Area
– Remote DBA Oracle 11g : DNFS, Online Patching, ASM Fast Mirror Resync, md_backup, md_restore, AWR baseline template, File Watcher, AMM, INCREMENTAL and PENDING statistics, Interval Partitioning
– Remote DBA Database Oracle 12c : multitenant Container DataBase, CDB, PDB, ADO, Heat MAp, PGA Size Limit, DBMS_QOPATCH, Automatic Big Table Caching, In- Memory (IM) Column Store
Consulenza database Oracle:
– performance tuning : miglioramenti delle performance del database Oracle, elasticità:futura riduzione del rischio di basse performance,
scalabilità verticale o scalabilità orizzontale per progetti big data con database Oracle
– analisi database e design database
– backup DBA
– sicurezza del database Oracle : analisi delle vulnerabilità, conformità dei report di auditing
– monitoring database Oracle
Oracle Features Implementation:
– ASM (Automatic Storage Management)
– RMAN (Recovery Manager)
– TDE (Transparent Data Encryption)
– SPM (Sql Plan Management)
– Online Redefinition
– Partitioning
– Compression
– Resource Manager
– Flashback
– Streams
– Real Application Testing
– Gateway
– Advanced Security
– Secure Backup

#2 sul database Postgresql come Remote DBA Postgresql
Remote DBA Experts | Remote DBA Services | Remote Database Administrator | Remote DBA | Stefano Fantin

Remote DBA Postgresql 8.0 : PITR, Tablespace, Windows Support, Savepoints
Remote DBA Postgresql 8.1  : Table partioning, Bitmap scans, Two-Phase commits, autovacuum
Remote DBA Postgresql 8.2 : Warm Standby, SQL 2003, Concurrent Index Builds, Gin indexes
Remote DBA Postgresql 8.3 : Hot updates, Asynchronous commit, XML, Fulltext search, Distribuited checkpoints
Remote DBA Postgresql 8.4 : Windows functions, CTEs, Database collations, Per-Column permission
Remote DBA Postgresql 9.0 : Hot Standby, Streaming Replication, Column Triggers, Conditional Triggers, hstore
Remote DBA Postgresql 9.1  : Synchronous Replication, Writable CTEs, Extension, Foreign Data Wrappers, Unlogged tables, Serialisable Snapshot Isolation, Column collations
Remote DBA Postgresql 9.2 : Cascading Replication, Index-Only scans, pg_stat_statements, Json, Ranges
Remote DBA Postgresql 9.3 : Writable Foreign Data Wrappers, Materialised Views, JSON functions and operators, LATERAL
Remote DBA Postgresql 9.4 : Logical replication, Replication slots, JSONB –> GIN (Generalized Inverted Index), scalability : Logical Decoding
Remote DBA Postgresql 9.5 : UPSERT, Row-level security, functionality for Big Data: BRIN index, algorithm called “keys abbreviated”,CUBE, ROLLUP, and GROUPING SET, TABLESAMPLE, Foreign Data Wrappers (FDW)
Remote DBA Postgresql 9.6 : Scalabilità verticale tramite query parallele, Scalabilità orizzontale tramite replica sincrona e ‘postgres_fdw’, Miglior ricerca testuale con le frasi. Parallel Query : Parallel sequential scans, parallel joins, parallel aggregates.
Transactions, VACUUM and the Visibility Map : pg_visibility extension for examining visibility maps, Frozen page data in visibility map for skipping vacuum on already-frozen data, User-defined expiration of snapshots to control table bloat. Performance and Monitoring :
Detailed wait information in pg_stat_activity, Index-only scans for partial indexes, Performance improvements for external sort operations. System Views and Administration : New system view pg_config, pg_blocking_pids, Functions pg_get_* to return NULL on invalid
objects, pg_notification_queue_usage to look at notify queue. Backups : pg_basebackup extended with replication slots, New API for hot physical backups. Other Features: Command progress reporting, Generic WAL facility, Trigonometric functions in degrees.

Grazie per credere in F-O-O-D- e nella nostra Vision.